Blog / Content Management System
Content Management System

Content Management System

Oggi trovare un sito web senza un CMS che lo governi è una missione quasi impossibile, la quasi totalità dei siti in circolazione sono gestiti software denominati 'Content Management System' che consentono al proprietario del sito di inserire e modificare i contenuti a proprio piacimento senza doversi rivolgere a una web agency riducendo non solo i costi ma anche i tempi.

 

Utilizzando un'interfaccia visuale e senza conoscere nulla di linguaggi web come HTML o PHP chiunque può cambiare una foto, aggiungere un testo, creare una slide di immagini e tanto altro. Ma non è l'unico motivo per cui si ricorre a questi applicativi nello sviluppo delle pagine web, esistono funzionalità che non sarebbero possibili senza un software che le gestisca, o meglio, lo sarebbero ma con una mole di lavoro enorme e probabilmente anche con risultati peggiori.

Esistono tante tipologie di CMS, dagli open source ai custom. Tra gli open source il più conosciuto è sicuramente WordPress che ad oggi è il più utilizzato e diffuso a livello mondiale. Iniziamo parlando proprio degli open source spiegandone il funzionamento e le caratteristiche per poi arrivare a parlare dei CMS custom che offrono diversi vantaggi tra cui la sicurezza, la facilità di utilizzo e l'assenza totale di aggiornamenti e costi di mantenimento.

 

 

CMS open source

 

Esistono almeno un centinaio di CMS open source, ovvero scaricabili gratuitamente e di libero utilizzo senza alcuna limitazione.

Scaricarli gratuitamente non significa che il sito sia già pronto solo da installare, significa solo che il gestionale che lo governerà e che ci servirà per costruire le pagine e il layout non è a pagamento. Occorre tuttavia un lavoro non piccolo per ottenere unu buon risultato, spesso anche più grande che con l'utilizzo di soluzioni custom per via delle problematiche tipiche di questi applicativi, come per esempio la lentezza di caricamento e le falle nella sicurezza.

 

Il più diffuso è sicuramente WordPress, questa sua diffusione lo rende uno dei CMS open source più apprezzabili a nostro avviso poprio il fatto che avendo una comunità così vasta alle spalle ci consente di avere a disposizione un numero elevatissimo di plugin.

I plugin sono delle parti di codice che si installano e consentono di incrementare le funzionalità del programma in modo molto semplice, senza doverle sviluppare appositamente. Tuttavia farne un uso eccessivo può rallentare l'applicativo oltre a costringerci a verificare continuamente la compatibilità con le nuove versioni del CMS, se venisse a mancare la compatibilià potremmo ritrovarci degli errori di funzionamento o peggio ancora il sito completamente offline.

 

A differenza di CMS custom (che vedremo in seguito) gli open source hanno bisogno di un po' di manutenzione, fattibile anche dal cliente stesso senza l'ausilio di un'agenzia web se ha qualche piccola conoscenza in questo ambito.

 

Oggi esistono migliaia di template grafici già propnti, da quelli free a quelli premium (è sempre consigliabile utilizzarli premium perché avendo alle spalle degli sviluppatori che li tengono aggiornati daranno meno problemi nel tempo), tuttavia le web agency possono realizzare dei template su misura per il cliente per integrarli nel CMS.

 

 

CMS per la gestione dei contenuti nei siti web

 

 

CMS custom

 

È possibile creare un CMS su misura per il cliente? La risposta è sì.

 

Costrure un CMS su misura è un lavoro che non fanno tutte le agenzie, richiede conoscenze di programmazione che vanno oltre l'utilizzo di una piattaforma open source, di solito queste agenzie hanno già un loro CMS che personalizzano in base alle richieste del cliente. Questo non comporta un costo maggiore rispetto agli open source, è semplicemente un modo di lavorare diverso, più personalizzato e anche più performante. Vediamo i vantaggi di questa tipologia di CMS:

 

  • Il primo vantaggio che possiamo citare è la velocità: i gestionali custom sono molto più veloci rispetto agli open source, i tempi di caricamento delle pagine avranno valori molto più elevati a parità di contenuti e immagini.
  • Un altro vantaggio è la semplicità di utilizzo, proprio per il fatto che sono custom l'interfaccia sarà costruita per il cliente in modo da semplificargli il lvaoro, al contrario gli open source diventano più complessi ad ogni aggiornamento rendendoli sempre più uno strumento adatto ai web designer e meno adatto al cliente finale.
  • La sicurezza è maggiore, non perché il codice sia migliore ma semplicemente perché non è liberamente analizzabile, per cui trovare una falla diventa molto più difficile.
  • Non richiedono manutenzione, anche a distanza di anni continueranno a funzionare indipendentemente dall'evoluzione del web, ovviamente come tutte le cose anche loro avranno una fine ma si parla di parecchi anni.

 

Lo svantaggio più grande di questa soluzione è la mancanza di plugin e di una comunità che li sviluppi ma solo le web agency possono sviluppare parti aggiuntive, tuttavia oggi i plugin sono praticamente tutti a pagamento (se consideriamo quelli seri e che funzionano bene), spesso con canoni annui per cui alla fine i costi saranno i medesimi.

 

 

Quale CMS scegliere?

 

Entrambe le soluzioni che abbiamo visto vanno bene, tuttavia ci sono alcuni casi dove è preferibile utilizzare una soluzione piuttosto dell'altra e nella decisione influirà anche l'utente che lo dovrà gestire, ad esempio è già pratico di qualche CMS open source o è a digiuno completo di questi gestionali?

 

Di solito se viene richiesta una forte integrazione col mondo social o se occorre l'integrazione con qualche plugin specifico per funzionalità particolari consigliamo l'open source, in tutti gli atri casi preferiamo lavorare con CMS cutom che ci consentono una libertà di sviluppo molto più elevata.

 

Un altro caso in cui consigliamo l'open source è se il cliente possiede già un sito con molto materiale inserito e la versione del suo open source consente di aggiornarlo e di lavorarci senza problemi, in questo caso salviamo tutti i contenuti, inoltre il cliente lo sa già utilizzare per cui è la soluzione migliore.

 

 

Come funziona un CMS

 

 

Alcuni svantaggi dei CMS (superabili)

 

Come dicevamo oggi il web non è pensabile senza i CMS, pensate ad esempio un e-commerce dove per caricare un prodotto dobbiamo inserire testi, immagini, prezzi, ecc. manualmente nel codice e aggiungere la scheda prodotto nella categoria di appartenenza sempre manulmente, i tempi sarebbero lunghissimi e dovremmo tutti essere dei programmatori.

Tuttavia dobbiamo stare attenti ad alcune cose per ottenere un buon risultato:

 

  • Evitiamo di creare un sito uguale a tutti gli altri. Da quando esistono i CMS il web si è molto uniformato, una volta non era così, c'era molta più creatività e la maggior parte dei siti web avevano delle peculiarità uniche, i web designer sperimentavano continuamente nuove grafiche uniche e originali, oggi con l'utilizzo di template pronti questo non accade praticamente più. Però si può fare, sia con CMS open source e ovviamente con i CMS custom, per cui sta nel web designer andare oltre quello che il CMS propone di default.
  • I CMS sono vulnerabili e soggetti ad attacchi per violarne il codice, dobbiamo renderli più sicuri possibile, specialmente gli open source.
  • Il peso di questi gestionali è notevole ed è dovuto al grande impiego di risorse che richiedono per funzionare, ma si possono ottenere ottimi risultati con un po' di pazienza eliminando tutte le funzionalità non necessarie e utilizzando diversi trucchi che ci consentono di abbassare i tempi di caricamento in modo molto forte, raggiungendo anche risultati importanti. Spesso l'inesperienza porta a fare siti web molto lenti ma col tempo si impara a renderli veloci quasi come un sito senza gestionale. Questo problema non esiste con i gestionali custom che utilizzano molte meno risorse per funzionare.

 

 

Conclusioni

 

Fino a una ventina di anni fa i siti erano quasi tutti senza gestionale, quando la nostra agenzia cominciò a occuparsi di realizzazione siti web sviluppavamo al massimo delle piccole parti aggiornabili con interfacce da noi sviluppate, ad esempio per aggiornare dei prezzi o delle news. Nel 2003 arrivò WordPress e tutto cambiò, anche le agenzie cominciarono a sviluppare i propri CMS sull'onda del successo di WordPress, oggi trovare un sito web senza gestionale è quasi impossibile.

Il vantaggio offerto dai CMS non riguardano solo il cliente finale che abbatte i tempi e i costi derivanti dagli aggiornamenti, ma riguarda anche le agenzie web che possono concentrarsi sullo sviluppo di nuovi progetti senza dover gestire i siti per i clienti.

 

 

Potrebbe interessarti anche

 

 

 

Chi siamo

 

Siamo una web agency con sede a Bologna che si occupa di realizzazione siti web e comunicazione per aziende e liberi professionisti dal 1999, per visionare gli ultimi lavori realizzati visita il nostro portfolio.
Se desideri maggiori dettagli sui nostri servizi compila il modulo seguente oppure chiamaci al numero indicato.

RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il seguente modulo per richiedere informazioni sui nostri servizi oppure telefonicamente al n. 347 2433781
  Acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato nell'informativa privacy (leggi l'informativa)