INDIETRO
Design Thinking

Il Design Thinking applicato al web design

Nato negli anni 2000 in California si è velocemente diffuso in Canada e in Europa, il Design Thinking potrebbe essere definito come un metodo creativo per la risoluzione di problematiche complesse.

 

Infatti, a differenza dei metodi tradizionali che approcciano le problematiche con studi di fattbilità e gerarchie che devono approvare ogni minimo progresso, con il Design Thinking ci troviamo di fronte a una realtà ben diversa. Non esiste una sola strada per risolvere un problema, bisogna sperimentare, individuare le esigenze degli utenti, ascoltare ogni singolo membro del team che sarà coinvolto senza i limiti imposti dalle gerarchie tradizionali.

 

Il Design Thinking consente alle aziende di adattarsi man mano che le tecnologie si evolvono, ma non solo. Consente anche di trasformare queste tecnologie in prodotti di facile utilizzo, trovando nuovi modi per utilizzarle.

 

È un approccio non lineare, assolutamente non rigido e non ordinato come i metodi tradizionali, che in genere si suddividono in fasi, con ruoli ben definiti di chi prende parte al progetto.

 

L'obiettivo principale de DT consiste nel trovare una soluzione creativa e innovativa a una problematica soddisfando tre criteri principali:

 

  • Il gradimento
  • La fattibilità
  • La sostenibilità economica

 

 

I campi di applicazione

 

Il Design Thinking si può applicare ovunque ci sia una problematica da risolvere, che sia strategica, di sviluppo oppure organizzativa il DT esprime la massima efficacia davanti a problemi complessi.

 

Potremmo elencare i seguenti campi di applicazione principali:

 

  • Ideazione di nuovi prodotti o processi produttivi
  • Strategie aziendali a medio e lungo termine
  • Riorganizzazione aziendale
  • Risorse umane
  • Avvio di nuove start-up

 

 

Design thinking nel web

 

 

Il Destign Thinking applicato al web design

 

Come abbiamo visto il DT sti può applicare a tutti i campi, dalla strategia all'organizzazione, dall'ideazione di nuovi prodotti alle risorse umane, perché non anche al web design?

 

Possiamo utilizzare il DT per la progettazione e lo sviluppo di un sito web, grazie al DT possiamo soddisfare i bisogni e le necessità degli utenti e migliorare la UX (User Experience) di chi lo navigherà. Come? Ad esempio raccogliendo dati e mettendosi nei panni degli utenti che lo utilizzeranno, la presenza di più persone nel team vi darà inoltre la possibilità di confrontarvi e di essere molto più creativi  grazie ai diversi punti di vista.

 

Il web design lo potremmo paragonare a un qualunque processo produttivo che necessità di idee e creatività, unite a una buona dose tecnica per ottenere una miglior esperienza di navigazione, velocità e semplicità di utilizzo, tutte caratteristiche che grazie all'utilizzo del DT potranno essere realizzate nel migliore dei modi.

 

Va considerato che i campi dove maggiormente viene sfruttato il DT riguardano proprio i prodotti innovativi e digitali, infatti principalmente lo vediamo applicato in:

 

  • Sviluppo di softwares
  • Sviluppo di applicazioni mobile
  • Servizi innovativi e start-up digitali
  • Applicazioni di tecnologie digitali

 

 

La fasi del Design Thinking

 

Potremmo dividere il DT in 5 fasi:

 

  1. Empatia: ovvero individuare di cosa realmente necessitano gli utenti mettendosi nei loro panni, per fare questo si fanno interviste, sondaggi, si osservano gli utenti finali e i loro comportamenti.
  2. Definizione: in questa fase occorre definire il problema, capire in modo chiaro e definitivo le reali necessità degli utenti.
  3. Idee: qui si vede veramente la creatività del team, si dovranno sfornare il maggior numero possibile di idee per trovare tra esse la soluzione più creativa possibile alla problematica.
  4. Modello: è la creazione di un modello del prodotto finale che sarà presentato al cliente prima delal realizzazione vera e proprio (può essere cartaceo, un mock-up digitale o uan vera e propria pagina interattiva in HTML).
  5. Test: in quest'ultima fase si darà il prodotto in pasto agli utenti che faranno le loro considerazione e spesso in questa fase si fanno cambiamenti anche molto forti sulla base delle idee e delle critiche degli utenti finali.

 

 

Il design thinking

 

 

Conclusioni

 

Come abbiamo visto il DT è un approccio innovativo che non richiede grandi budget per risolvere problematiche complesse.

 

i campi di applicazione sono praticamente infiniti anche se per ora viene utilizzato in gran parte nel mondo tecnologico, dal web design alle applicazioni mobile e in tutti i settori legati al mondo digitale. Il team dovrà essere composto da figure con diverse specializzazioni, sfornare più idee possibili guardando più alla quantità che alla qualità, per trovare tra esse quella qualitativamente più efficace.

 

È un approccio molto interessante che ovviamente è rilegato a realtà medio grandi che possono disporre di un tema di professionisti, interni ed esterni, in grado di operare in questa modalità.

 

 

Potrebbe interessarti anche

 

 

 

Chi siamo

 

Siamo un'agenzia web con oltre 20 anni di esperienza, ci occupiamo di web marketing, SEO e SEM, richiedi un preventivo gratuito.

RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il seguente modulo per richiedere informazioni sui nostri servizi oppure telefonicamente al n. 347 2433781
  Acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato nell'informativa privacy (leggi l'informativa)