Blog / La comunicazione nel web
La comunicazione nel web

La comunicazione nel web

Ogni strategia di comunicazione che viene sviluppata ai nostri giorni coinvolge in qualche maniera il web, non è più pensabile affrontare una campagna comunicativa senza l'uso della rete. Solo grazie all'uso di internet è possibile ottenere risultati rilevanti sfruttando i diversi canali che ci vengono messi a disposizione, canali che tutti conosciamo e che utilizziamo svariate volte nel corso della la giornata.

Comunicare online è diventato il metodo preferito da ciascuno di noi, per diversi motivi, come la flessibilità, l'immediatezza, i bassi costi e la possibilità di restare in contatto con chiunque ovunque si trovi.

A livello professionale la comunicazione online offre anche il non piccolo vantaggio di essere archiviata, è una documentazione che può tornare utile in caso di controversie legali, inoltre consente di risparmiare parecchio tempo evitando gli spostamenti necessari per incontrarsi.

Questa fortissima presenza online di ciascuno di noi, per i motivi sopra elencati, ha permesso alla pubblicità di evolversi in maniera radicale adattandosi al nostro nuovo modo di vivere, ma vediamo prima di tutto come comunichiamo online prima di vedere come sfruttare tutto questo a scopo promozionale.

 

E-mail

 

Il sistema sicuramente più diffuso, specialmente a livello professionale, sono le e-mail, strumento che tutti conosciamo e che non richiede alcun tipo di approfondimento. A seguito della sua fortissima diffusione è nato l'e-mail marketing, ovvero la possibilità di promuovere i nostri prodotti o servizi inviando della e-mail pubblicitarie. Questo sistema dava ottimi risultati all'inzio ma in seguito, a causa dell'uso sregolato fatto dalle aziende, ha perso via via efficacia perché i riceventi ormai saturi di e-mail pubblicitarie hanno pian piano smesso di leggerle o peggio ancora, hanno settato i filtri anti spam perché le blocchino prima di riceverle.

 

 

SMS e chat

 

Gli SMS sono stati padroni incontrastati della messaggistica immediata fino all'arrivo di chat come Whatsapp e Messenger, oggi queste ultime sono le più utilizzate sia a livello personale che professionale, offrono diversi vantaggi rispetto agli SMS tra cui la possiblità di vedere se la persona con cui stiam ocomunicando ha ricevuto e letto il nostro messaggio, senza considerare l'azzeramento totale dei costi visto che si appoggiano alla connessione internet, mentre per gli SMS molti opertatori applicano tutt'ora delle tariffe.

Anche qui, come per le e-mail, èa nato il suo sistema promozionale, ovvero l'SMS marketing. A mio avviso un po' più incisivo rispetto all'e-mail marketing perché meno sfruttato e proprio per questo siamo più propensi a leggere gli SMS quando arrivano mentre le e-mail pubblicitarie tendiamo a cestinarle ancor prima di averle lette.

 

 

Socia media

 

Arriviamo allo strumento principe della condivisione: i social media. Tutti noi (o quasi) abbiamo almeno un profilo su qualche social media, che sia Facebook, Instagram, oppure qualcosa di più professionale come Linkedin, ci siamo, comunichiamo, condividiamo e spesso li utilizziamo a livello lavorativo, ad esempio per restare in contatto con i nostri clienti, per dare assistenza sui nostri prodotti o semplicemente per pubblicizzarci.

Oggi i social media coinvolgono più di 4 miliardi di persone nel mondo, solo dall'anno precendente c'è stato un incremento del 10%, se consideriamo che nel mondo le persone che hanno accesso a internet sono 4 miliardi e mezzo praricamente ogni persona che può utilizzarer internet ha un profilo social.

Inutile dire che se tutti siamo sui social le aziende non potevano non sfruttare questa occasione, se poi consideriamo che dobbiamo essere loggati per utilizzarli è evidente che il social sa tutto di noi: sesso, età, preferenze, lavoro, titolo di studio, ecc. Questo ha permesso loro di vendere campagne targhetizzate, ovvero possiamo mirare esattamente e solamente al tipo di pubblico che potrebbe diventare un nostro potenziale cliente, con innumerevoli vantaggi per chi fa queste campagne.

 

 

comunicazione

 

 

I siti web

 

Anche i siti web sono uno modo per comunicare in rete, ogni azienda oggi ne possiede almeno uno e se abbiamo la necessità di comunicare con loro per qualsiasi esigenza, che sia assistenza su un prodotto, scoprire un punto vendita vicino a noi, acquistare online i suoi prodotti o altro, la prima cosa che facciamo è cercarli su Google. Una volta trovati attraverso il sito stesso possiamo scrivere o telefonare contattandoli direttamente, l'azienda stessa grazie a strumenti come i blog può comunicare con noi descrivendoci le novità sui propri prodotti, indicarci se saranno presenti a qualche fiera di settore, mostrare periodi di chiusua, sedi, punti vendita, ecc.

Possiamo vederlo come uno strumento di comunicazione sicuramente non immediato (anche se su molti siti troviamo chat di messaggistica istantanea) ma comunque molto efficace a livello professionale, uno strumento che spesso aiuta le aziende a snellire i contatti, riducendoli perché molte risposte saranno già presenti sul sito internet, questo eviterà che l'utente li contatti evitando di far perdere tempo all'azienda con un notevole beneficio per entrambe le parti.

 

 

Comunicare correttamente in rete

 

Il modo di comunicare in rete è leggermente diverso dalla comunicazione tradizionale, esistono regole da seguire e soprattutto stili diversi a seconda del canale utilizzato, ad esempio quando scriviamo un post su Facebook non utilizzeremo lo stesso stile che adotteremo per un articolo di un blog, occorre conoscere come si articolano i diversi canali a livello tecnico per sfruttare al meglio le numerose caratteristiche che ci mettono a disposizione.

Tuttavia non dobbiamo pensare che scrivere nel web ci consenta di evitare quelle che possiamo considerare le regole base della comunicazione:

 

  • Scrivere dei contenuti che rispondano a un bisogno o a una domanda di chi ci legge
  • Scrivere in modo comprensibile, chiaro e possibilmente in linea con il target a cui ci rivolgiamo
  • Scrivere centrando il punto del discorso senza girarci troppo intorno, evitiamo i giri di parole solo per rendere l'articolo più lungo
  • Scrivere contenuti interessanti, originali e che coinvolgano il lettore, in pratica evitiamo di annoiarlo

 

Quando comunichiamo di persona possiamo enfatizzare le nostre frasi con le espressioni facciali, quando comunichiamo verbalmente a distanza possiamo sfruttare il tono della voce, le pause e il volume, quando scriviamo nel web possiamo utilizzare le emoji. Questo strumento ci consente per esempio di far capire che stavamo scherzando, di manifestare la nostra allegria o tristezza per un fatto di cui abbiamo scritto e tanto altro, sono uno strumento in grado di umanizzare dei semplici testi.

 

 

Catturare l'attenzione

 

Quanto tempo impiega in media un lettore per decidere se leggere tutto l'articolo o passare oltre? In media pochi secondi, in questo brevissimo tempo la maggioranza dei lettori compiono le loro valutazioni, di solito leggendo in modo frettoloso in diversi punti dell'articolo, ad esempio leggendo solamente alcuni titoli e alcuni testi in grassetto.

Spetta a noi fare in modo di evidenziare e far risaltare le giuste parole che coionvolgeranno il lettore e lo invoglieranno ad approfondire l'argomento, dobbiamo lavorare bene su:

 

  • titoli
  • testi in grassetto e corsivo
  • testi colorati
  • testi tra virgolette
  • parole con l'iniziale maiuscola in mezzo ai testi
  • link
  • simboli

 

 

Web e comunicazione

 

 

Comunicazione online o offline?

 

Cosa dovremmo scegliere? Nella mentalità di certi imprenditori la comunicazione offline è qualcosa di più concreto, possedere ad esempio una brochure da consegnare materialmente al cliente in certi casi viene vista come qualcosa di tangibile, al contrario della comuncazione online che, sempre agli occhi di alcuni imprenditori, viene vista come qualcosa di più volatile.

Tuttavia il concetto di comunicazione tradizionale rischia di essere un po' sorpassato tanto che i budget investiti in quest'ultima sono in continuo calo a vantaggio di quella online. I motivi sono molteplici e il fatto di vedere la comunicazione offline come qualcosa di poco concreto è superato e pian piano anche gli imprenditori vecchio stampo si stanno adeguando.

Online abbiamo un'interazione molto maggiore con gli utenti che potranno, con un semplice click, spostarsi ad esempio su un prodotto che gli interessa per vedere video, foto, prezzi, taglie disponibili, acquistarlo online oppure trovare il punto vendita più vicino. Inoltre la comunicazione online si può aggiornare continuamente, è una comunicazione dinamica, a differenza di quella offline che richiede la stampa e spesso non si aggiorna prima di un anno perché preferiamo smaltire gran parte delle copie per non doverle buttare.

È anche vero che la comunicazione online richiede un impegno maggiore, costante, va seguita e aggiornata di continuo, ma la resa è nettamente maggiore.

 

 

Conclusioni

 

Come abbiamo visto comunicare nel web richiede la conoscenza del mezzi disponibili per poter sfruttare al meglio le diverse  peculiarità che possiedono, senza trascurare regole generali della comunicazione tradizionale, scritta e verbale. Saper comunicare in modo efficace sfruttando strumenti come i social media e i blog che ci consentono di raggiungere un numero elevatissimo di utenti e porterà notevoli vantaggi con costi contenuti, affidarsi a un copywriter esperto è la soluzione giusta per far fruttare al meglio le nostre campagne pubblicitarie online.

 

 

Potrebbe interessarti anche

 

 

 

Chi siamo

 

Siamo una agenzia che si occupa di web e comunicazione con sede a Bologna, seguiamo la comunicazione di aziende e liberi professionisti a 360°, dalla creazione del sito web alla gestione delle pagine social, se desideri maggiori dettagli sui nostri servizi compila il modulo seguente oppure chiamaci al numero indicato di seguito.

RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il seguente modulo per richiedere informazioni sui nostri servizi oppure telefonicamente al n. 347 2433781
  Acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato nell'informativa privacy (leggi l'informativa)