INDIETRO
La differenza tra SEO, SEA e SEM

La differenza tra SEO, SEA e SEM

Il mondo del web è invaso da acronimi, alcuni sono diventati abbastanza noti a chi possiede un sito web, altri restano termini di nicchia conosciuti quasi esclusivamente da chi lavora in questo settore. Spesso le agenzie li utilizzano indicandoli nei preventivi senza rendersi conto che i clienti non stanno capendo nulla di quello che gli viene proposto.

 

Probabilmente il termine SEO è quello più diffuso e conosciuto, ma vediamo nel dettaglio cosa indicano partendo dal loro significato:

 

  • SEO: Search Engine Optimization
  • SEA: Search Engine Advertising
  • SEM: Search Engine Marketing

 

 

SEO

 

Se possiedi un sito web sarai sicuramente stato contattati almeno una volta da qualcuno che ti proponeva di migliorare il posizionamento ottimizzando il sito per i motori di ricerca.

 

Come sappiamo un sito web che non compare nelle ricerche è un sito web che non porta clienti. Ma comparire ai primi posti non è facile, occorre intervenire sia esternamente che internamente al sito. Esternamente si utilizzano tecniche come la link building che però non tratteremo in questo articolo, internamente sarà proprio la SEO che potrà aiutarci a salire nella SERP (elenco dei risultati proposti dal motore di ricerca).

 

Quando parliamo di SEO la possiamo suddividere in due filoni: SEO on-site e SEO off-site. La prima riguarda tutti gli interventi che possiamo effettuare all'interno delle nostre pagine come ad esempio:

  • Ottimizzare i contenuti, i titoli  e i meta tag per le parole chiave che ci interessano
  • Compilare i testi alternativi delle immagini ottimizzandoli per le parole chiave
  • Ottimizzare il codice e la velocità di caricamento
  • Creare una sitemap e tanti altri interventi che potrete leggere in questo articolo.

 

La SEO off-site riguarda lo studio delle parole chiave, del mercato, dei competitors e di tutto quello che avviene fuori dal sito, ma sempre legato al posizionamento delle pagine.

 

 

SEA

 

Quando cerchiamo qualcosa su Google oltre ai dieci risultati organici che ci vengono proposti nella prima pagina compaiono a inizio e a fine pagina degli annunci con la scritta 'Annuncio' a fianco. Questa tipologia di risultato è a pagamento, ovvero paghiamo il motore di ricerca per comparire tra i risultati.

 

Non si trovano solamente nella prima pagina ma anche nelle pagine successive. La frequenza con cui veniamo visualizzati e la posizione dipendono dal budget che investiamo, il motore sa che facendoci comparire un determinato numero di volte in determinate posizioni arriveremo ad ottenere tutti i click che occorrono per esaurire il budget.

 

Se optiamo per questo tipo di strategia stiamo facendo SEA, ovvero Search Engine Advertising. Anche se ormai si considera quasi esclusivamente Google per questo tipo di approccio ricordiamoci che anche Bing e Yahoo offrono questo tipo di sponsorizzazione, ovviamente il traffico sui loro motori è molto più limitato, ma anche i costi dei click sono notevolmente più bassi.

 

Parliamo di costo per click perché paghiamo ogni volta che ci cliccano, il nostro budget giornaliero viene decurtato ad ogni click fino al suo esaurimento. I costi dei click differiscono da parola a parola, più sono richieste e più costeranno, viceversa le parole poco competitive avranno costi contenuti. Purtroppo oggi i costi per click sono lievitati in maniera esponenziale e certe parole arrivano a superare i 2 euro a click, spesso arrivando fin oa 5 euro a click.

 

Un bravo esperto SEA saprà scegliere le parole più convenienti come rapporto costi/benefici e non solo, saprà ottimizzare la campagna in modo da non ricevere click inutili che ci farebbero solo spendere soldi senza alcuna possibilità di conversione. Per fare questo occorre effettuare uno studio sia del mercato che delle keywords in rapporto alle abitudini degli utenti, utilizzano le parole negative per selezionare un pubblico più interessato possibile ad acquistare quello che proponiamo. Le parole negative ci permettono di escludere dei termini come per esempio chi sta cercando lavoro nel nostro settore (a meno che non cerchiamo personale ovviamente) che porterebbero via budget a potenziali clienti.

 

 

SEM

 

 

SEM

 

SEM è un concetto molto più ampio di web marketing che comprende al suo interno anche le due strategie viste prima: SEO e SEA. Se volessimo darle una definizione potremmo dire che la SEM racchiude al suo interno tutte le attività di web marketing che possiamo svolgere per aumentare la visibilità di un sito web nei motori di ricerca.

 

Lo scopo è sempre quello di aumentare il traffico di un sito web e per ottenere risultati importanti occorre fondere tutte le strategie a nostra disposizione, perché:

 

  • La SEO darà risultati nel lungo periodo e richiederà un impegno notevole sia on-site che off-site, ma una volta raggiunti i risultati in genere si mantengono abbastanza facilmente
  • La SEA darà risultati immediati ma richiederà un investimento costante e non piccolissimo in termini economici
  • La SEA potrà espandersi non solo alla semplice rete di ricerca dei motori, ma anche sulla rete display (portali terzi che aderisono a questa forma di pubblicità) e ai video

 

Oggi quando parliamo d SEM ci rivolgiamo molto di più all'aspetto SEA, possiamo quasi dire che SEM riguardi in gran parte l'advertising, mentre quando parliamo di ottimizzazione parliamo di SEO.

 

In questo mondo siamo invasi da acronimi che spesso vanno nel dimenticatoio oppure vengono rimpiazzati da altri acronimi che in realtà indicano la stessa identica cosa. Perfino noi che lavoriamo in questo ambito ci ritroviamo a volte a sentire termini da clienti che non sappiamo cosa vogliano dire, poi cercando in rete scopriamo che indicano una cosa che conosciamo benissimo ma che fino a ieri chiamavamo in altro modo.

 

Sinceramente questo abuso e continuo cambiamento di terminologie non mi piace, tuttavia per lavorare in questo mondo bisogna restare aggiornati anche se obiettivamente gli operatori del settore che ne fanno un uso spropositato in genere mascherano delle lacune. Nascondersi dietro termini complicatissimi per abbagliare il cliente lo trovo sbagliato, alla fine non capirà nulla di quello che verrà fatto e per cui sta pagando.

 

 

L'importanza di una strategia

 

Come abbiamo detto una non esclude l'altra, anzi, è proprio l'unione il punto di forza.

 

Oggi pensare di fare un sito web senza una strategia non è pensabile, a meno che non occorra una vetrina online da mostrare ai clienti che vi contattano tramite altri canali oppure per avere un biglietto da visita online da mettere sulla carta stampata e in fondo alle mail, una strategia è necessaria per dare visibilità al sito e di conseguenza al vostro brand.

 

Non è possibile dire a priori se convenga investire più sulla SEO o sulla SEM senza un'analisi approfondita. Va comunque considerato che la SEO darà i primi risultati dopo mesi, la SEA si attiverà immediatamente, per cui inizialmente la SEA avrà bisogno di più budget perché dovrà lavorare su tutte le parole chiave, col tempo, quando i primi risultati in ambito SEO arriveranno, potremo togliere alcune parole o ridurle a livello di budget dalla SEA approfittando del posizionamento organico delle stesse.

 

Quanto costa una campagna SEM? Impossibile dirlo senza uno studio approfondito, ogni caso è a se, occorre vedere i costi delle parole chiave, come si posiziona il sito nei motori, com'è stato ottimizzato e quanti lavori richiede, la sua situazione a livello di authority e di backlink ecc., i fattori sono tantissimi e vanno tutti considerati.

 

 

SEA

 

 

Conclusione

 

Ora che sappiamo il significato di questi tre termini non ci resta che decidere la strada da seguire. L'ideale è sempre partire con una campagna SEA che ci permetterà di ottenere visite fin da subito e nel frattempo lavorare sulla SEO, così saremo visibili e potremo iniziare a convertire mentre poggiamo le fondamenta per un posizionamento organico che, se lavoriamo bene, arriverà.

 

La SEO è comunque molto importante anche per la SEA, infatti un sito con le pagine ben ottimizzate ne trarrà benefici anche in termini di costi dei payp per click, infatti se abbiamo un punteggio di qualità elevato nella pagina di atterraggio dell'annuncio Google ci farà pagar meno i click.

 

Pensate infine che se tutto va come deve andare i costi di queste strategie non solo si pagheranno da soli ma ci faranno guadagnare molto di più.

 

 

Potrebbe interessarti anche

 

 

 

Chi siamo

 

Siamo un'agenzia web attiva dal 1999, ci occupiamo dello sviluppo di siti web e di strategie per aumentare la visibilità e le conversioni dei siti web.

RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il seguente modulo per richiedere informazioni sui nostri servizi oppure telefonicamente al n. 347 2433781
  Acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato nell'informativa privacy (leggi l'informativa)