Web news / Blog e SEO
Blog e SEO

Blog e SEO

Abbiamo già parlato più volte della SEO in modo generico, questa volta vediamo come applicarla ad un blog.

Sappiamo che i siti che pubblicano continuamente contenuti (come per esempio le news) hanno una marcia in più nel posizionarsi, non bisogna però tralasciare l'ottimizzazione che avrà, un ruolo fondamentale per raggiungere il nostro obiettivo.

La primissima cosa da considerare è la qualità dei contenuti che andremo a pubblicare, cercare che abbiano un valore di unicità del 90% o più, che siano originali e soprattutto interessanti, che trattino argomenti cercati e che rispondano a dubbi e domande che gli utenti si pongono.

Le parole chiave dovranno essere presenti all'interno del testo e dovranno comparire con la giusta proporzione, esistono dei valori da seguire ma il nostro consiglio è sempre quello di non esagerare e di farle uscire in modo naturale all'interno del testo, senza forzarle.

Utilizzare i titoli sfruttandoli al meglio con le nostre keywords.

Infine abbiamo il discorso 'link building', croce e delizia delle web agency che ne hanno abusato tantissimo in passato, oggi il consiglio giusto è dare più importanza alla qualità che alla quantità, rivolgiamoci anche ai competitors, il vantaggio è per entrambi a condizione che non siano reciproci.

 

Conosciamo l'importanza di scrivere contenuti interessanti e di qualità, ma dobbiamo sempre ricordare che i nostri post non li leggeranno solo le persone che ci visiteranno ma saranno anche scansionati dai motori di ricerca che li valuteranno secondo una serie infinita di criteri e li calssificheranno.

Dobbiamo ottimizzarli al meglio sfruttando ogni possibilità consentita per raggiungere le prime posizioni, Come prima cosa creiamo l'URL (l'indirizzo della pagina) scrivendolo come il titolo del post, il tag title della pagina dovebbe essere uguale o comunque molto simile al tag H1, qurst'ultimo (e di conseguenza il tag title) dovrà contenere le parole chiave principali che ci interessano, che dovranno poi comparie anche nel testo ma in modo naturale, non forzato tipo elenco e successione di parole.

Dobbiamo calibrare tutti i titoli del post in modo che siano pertinenti con l'argomento e iin ordine di importanza.

Il tag description dovrebbe essere accattivante, invitare l'utente a cliccare per entrare e leggere quello che scriviamo, anche qui le parole chiave non guastano ma senza esagerare, infine ricordiamoci di inserire i pulsanti per la condivisione sui social media.

 

Altro tassello fondamentale è la struttura stessa del blog, è molto importante che segua determinati canoni per aiutarci nel posizionamento.

Ovviamente valgono tutti i criteri generali che odbbiamo considerare in fase di realizzazione siti web, sia che si tratti di un blog oppure no.

Consideriamo che è quasi impossibile svilupparlo senza un CMS alla base, proprio per la sua natura che richiede continui aggiornamenti e sarebbe un processo molto più lento farlo in pagine statiche.

A seconda del gestionale che useremo avremo o meno a disposizione dei tools che ci aiuteranno.

La prima cosa da considerare sono i link interni, dovranno essere numerosi ma non casuali, sempre 'incastrati' nelle giuste porzioni di testo con il rimando collegato all'argomento che dove risiede il link, devono risultare 'naturali' nel contesto.

Evitiamo scambi di link e di esagerare con i link in uscita, molto importante è invece ricevere link in entrata da siti che trattano i nostri argomenti o comunque argomenti simili o correlati, se arrivano da siti web con DA (domain authority) alta saranno ancora più efficaci.

La DA è un punteggio che Google attribuisce in base a numerosi parametri, più è alto più siamo rilevanti ai suoi occhi e di conseguenza più in alto nella classifica.

 

Un ottimo sistema per analzzare la struttura del nostro sito/blog (olretutto gratuito) è Google Search Console che ci aiuta a risolvere problemi come link interrotti, versione mobile non in linea con i parametri richiesti e altri errori vari che possono influire negativamente sul posizionamento delle pagine negli indici di ricerca.

Altra cosa da evitare sono i domini di terzo livello come per esempio www.nomesito.nomedominioprincipale.it,il domino deve essere sempre il nostro e non dobbiamo appoggiarci a servizi terzi.

Occorre forzare il reindirizzamento a un unica versione del nostro dominio, esempio facciamo in modo che la versione con il www iniziale sia l'unica possibile reindirizzando la versione senza a quella con.Sfruttiamo il file robots.txt per indicare ai bot dei motori le pagine che non vogliamo indicizzare, di solito si tende a posizionarle tutte ma se alcune pagine sono completamente fuori tema rispetto alle keywords su cui puntiamo conviene evitare di farle rientrare negli indici per restare più rilevanti possibile rispetto ai temi trattati.

infine sfruttiamo tutte le tecniche possibili per aumentare al massimo la velocità di caricamento: alleggeriamo le immagini, minimizziamo i files js, aumentiamo i tempi della cache, comprimiamo tutti i files.

 

Se torniamo indietro di qualche anno il SEO copywriting era molto diverso, si inserivano le parole chiave in base a regole ferree e si applicava ad ogni testo, i testi erano ovviamente meno eleganti e si puntava quasi esclusivamente sui motori, oggi questi ultimi grazie ad algoritmi molto più avanzati e intelligenti riescono a leggere i testi e a interpretarli dandogli il giusto significato in modo più naturale, questo ha permesso alle web agency di concentrarsi maggiormente sulla qualità dei contenuti pur scrivendoli in chiave SEO.

Questa evoluzione degli algoritmi ha però anche reso molto meno efficaci, per non dire del tutto efficaci, i contenuti duplicati, infatti sono in grado di scovare contenuti duplicati senza alcun problema penalizzandoli in modo molto forte.

L'originalità dei testi resta un fattore fondamentale per un buon posizionamento.

Non dobbiamo più abusare delle keywords come in passato, dovranno risultare sì ma in modo naturale, senza forzature, usiamo la formattazione per renderle più rilevanti nel contesto (grassetti, sottolineature, liste puntate, ecc.), i motori danno più importanza alle parole che in qualche modo vengono evidenziate.

Infine, e questa è una regola valida da sempre, i testi lunghi vengono posizionati molto meglio dei testi brevi, per cui spendiamo qualche minuto in più nel redigere i contenuti del nostro blog.

 

Come dobbiamo comporre il contenuto perché sia efficace in ottica SEO? Fino a qualche anno fa si seguivano delle regole abbastanza rigide imposte da Google, ovvero le parole chiave dovevano comparire uun numero di volte percentuale in proporzione alal lunghezza del testo, le ripetevamo anche più volte andando a discapito della qualità del contenuto che diventava meno elegante e risultava spesso forzato.

Oggi tutto è cambiato, l'algoritmo è più intelligente ed è in grado di capire l'argomento senza forzature, diciamo che questa eoluzione ci permette di guardare più ai lettori umani permettendoci di creare contenuti più interessanti e piacevoli da leggere.

Tuttavia questa intelligenza ci complica un po' le cose perché è iin grado di rilevare contenuti duplicati anche se non proprio identici, penalizzandoli.

Come un tempo le parole chiave in grassetto, corsivo, sottlineate e in liste puntate sono più rilevanti, se ad esempio parliamo di realizzazione siti web lo dovremo evidenziarre e far uscire in un contesto che parla di questo agomento o di argomenti molto simili.

La lunghezza degli articoli è ancora molto importante, gli articoli lunghi si posizionano meglio di quelli brevi.

Le parole chiave comunque devono esserci, ma inserite in un contesto naturale senza forzature.

 

Oggi la ricerca tramite immagini e video muovono una quantità di traffico molto alta, è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni e questo trend non sembra diminuire.

Inutile dire che se il vostro business è rappresentabile tramite foto o se addirittura foto e video sono parte integrante del business questa possibilità è sicuramente da considerare.

La prima cosa da fare è utilizzare le parole chiave nel nome dell'immagine ma se non si può (spesso i gestionali web-based attribuiscono un diverso nome all'immagine) è importante compilare il testo alternatvo (in HTML è l'attributo 'alt') cone le parole chiave scrivendo una breve frase che spieghi il contenuto dell'immagine.

Il testo 'alt' nasce per aiutare le persone con deficit visivi a comprendere il contenuto delle immagini che i lettori automatici che utilizzano non possono interpretare, andranno invece e a leggere questo attributo, ovviamente se trovano una sfilza di parole chiave diventa inutile e non aiuta chi sta navigando con questi programmi.

Tutto ciò fa parte dell'accessibilità, un fattore spesso trascurato ma che andrebbe semre considerato in fase di sviluppo del sito web.

Molti fattori che rientrano nel discorso accessibilità sono abbastanza simili a quelli SEO e diventano indispensabili se si lavora con siti legati a comuni, regioni, pubbliche amministrazioni e diverse tipologie di organizzazioni.

 

Chiudiamo questo capitolo con le attività che si fanno esternamente al sito, in particolare la link building.

Ricevere link da siti importanti con una DA (domain authority) alta ci aiuta a crescere nella SERP dei motori di ricerca aumentando di conseguenza la DA del nostro blog.

Ma non è tutto  così semplice.

Riuscire a ottenere link da siti che siano realmente autorevoli non è facile e se lo è bisogna affrontare costi non piccoli.

Occorre valutare il livello di spam del sito iin questione, se è troppo alto non porterà nessun vantaggio.

Occorre fare attenzione alle web agency che vendono tanti link a prezzi stracciati, non porteranno nulla se non un peggioramento del posizionamento.

Tra i servizi che offriamo da abbinare alla realizzazione di siti web c'è anche questa attività: prima di tutto verrà scritto un articolo di circa mille parole unico e originale, ovviamente a tema col sito e il link sarà naturale, non forzato.

La scrittura di un articolo con alti livelli di unicità è un lavoro che richiede tempo ma è l'unico modo per ottenere dei risultati.

Sono importanti anche link da siti web con un punteggio basso ma tematici, i cosiddetti link verticali, in questo caso saremo premiati dall'attinenza degli argomenti trattati.

Leggi tutte le nostre news sul blog dedicato al web design.

Se desideri maggiori informazioni sui nostri servizi contattaci oppure richiedi un preventivo online.

Scopri tutti i servizi di davidenanni.com web agency
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il seguente modulo per richiedere informazioni sui nostri servizi oppure telefonicamente al n. 347 2433781
  Acconsento al trattamento dei miei dati personali come indicato nell'informativa privacy (leggi l'informativa)